Dentro, fuori, chissà

Capirsi, vedersi

andare oltre ad ogni illusione.

Respirare ed in quel respiro

assaggiare una briciola di se.

Contro il tempo,

contro il mondo,

contro ogni definizione

ed ogni sua assenza.

Solo puro spazio oltre lo spazio,

una clessidra senza tempo

che guarda quei grani passare senza più contarli.

Un Oceano così

grande che si perde in se stesso

eppure in ogni in punto lui sa dov’è.

Ogni bisogno andato,

quello di sapere,

quello di capire.

Una corrente così familiare

che passa dentro di noi

e ci dice chi siamo

ancora prima di pronunciare il nostro nome.

E qualcuno può chiedere

“é tutto qui?”

e l’unica risposta che viene é

Si, ed é perfetto.

Serve quindi davvero capire, inscatolare

dare definizione a quel che é oltre?

Sarebbe come prendere fumo

con le proprie mani e imbavagliarlo,

o dar pugni alle onde

come da piccoli si faceva per giocare

in pura incoscienza.

Mentre chi sa

sta notte si fara’ abbracciare dal silenzio

che gli é sempre stato amico.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s