Uomo

uomo

Si sono uomo e sono anche fragile.

Se voglio spacco I monti
E arrivo a piedi in Kazakhstan.

Ma dietro la mia scorza da eroe
Ci sta un cuore bisognoso.

Bisognoso di te e dell’Amore,
Che più ti do e più si accresce.

Percio’ chiamami uomo, chiamami maschio,
E ricorda che ci mostrano male in televisione.

Non siamo tutti stronzi,
Sbagliamo si, ma fidati, sappiamo amare.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s